Carletto il principe dei mostri

1938
carletto il principe dei mostri

Carletto il principe dei mostri è un cartone animato tratto dal manga omonimo del 1965.

Dopo una versione animata in bianco e nero del 1968 ne è arrivata una a colori nel 1980 che conosciamo tutti.

Trama

La storia parla proprio di Carletto principe di un paese abitato dai mostri noto come Mostrilandia, decide di venire ad abitare sulla Terra.

Si trasferisce così a Tokyo, insieme ai suoi aiutanti, Conte Dracula, Frank e Uomo Lupo, per poter avere un po’ di tranquillità, per ordine di suo padre il re che si preoccupa per il futuro.

Carletto diventa presto amico di Hiroshi, un bambino intraprendente che vive con sua sorella Sis in un piccolo appartamento vicino alla vecchia casa dove i mostri si sono stabiliti.

Nel corso della serie, Carletto non solo incontra dei mostri un po’ buoni o un po’ cattivi, e fa amicizia con gli uomini, ma deve anche aiutare Hiroshi e rendere più felice la sorella del proprio amico.

Carletto il principe dei mostriI personaggi principali

  • Il protagonista principale di questa famose serie animata è Carletto De Mostris figlio del re di Mostrilandia.
    Carletto ha l’aspetto di un normalissimo bambino, ma si scopre presto che in realtà ha dei poteri sovrannaturali.
    Il ragazzo infatti può cambiare forma in qualsiasi momento, e può allungare le mani ed i piedi a dismisura, Carletto il principe dei mostri si muove quasi sempre a bordo di una scopa.
    Come tutti gli essere umani e non, Carletto ha una grade paura, non riesce a sopportare il frastuono dei tuoni.
  • Altro grande protagonista è un bambino umano in tutto e per tutto il suo nome è Hiroshi Ichikawa.
    Hiroshi è orfano di entrambi i genitori per fortuna però nella sua vita c’è sempre presente la sorella maggiore Sis con la quale vive.
  • Torniamo a parlare di mostri, stavolta è il turno di Lupo chiamato anche con i nomi di Wolf o Uomo Lupo, un essere dalle sembianze umane ma che in presenza della luna piena si trasforma in un lupo mannaro.
  • In casa con Carletto c’è anche Frank che praticamente è il maggiordomo della casa.
    Frank è dotato di una straordinaria forza, l’unica pecca risiede nel linguaggio, infatti quando parla non lo capisce nessuno.
  • Per finire arriva il turno del Conte Dracula che come tutti i suoi avi, dorme di giorno e si sveglia di notte.
    Il particolare che colpisce di questo personaggio sta nel fatto che al posto del sangue si nutre con succo di pomodoro.

Curiosità

Carletto principe dei mostri è andato in onda in Italia a partire dal 1983 con tutte le sue 90 puntate, il cartone è stato trasmesso da moltissime tv nazionali e locali con grande successo.

La prima indimenticabile sigla italiana è stata cantata dal gruppo de “I mostriciattoli”, di questa sigla in fondo alla pagina trovate anche il testo.

acquista-amazon

Se volete scoprire altri cartoni che hanno fatto la storia del secolo scorso, vi riportiamo nella apposita sezione per farvi rivivere degli splendidi ricordi,qui in basso potrete rivedere la sigla di questo fantastico cartone.

Sigla Carletto

Testo

Sono il mostro frankenstein
Io sono il conte conte dracula ullalla’
Io sono l’uomo lupo famelico
siamo mostri strani ma con molta umanita’

sono buono e stritolo
io bevo il pomodoro
se c’e’ la luna piena sai che arrosto vi faro’
bleah

quando e’ mezzanotte l’orologio fa din don
dodici rintocchi per i mostri fa din don
aaaah quel mostro di carletto dov’e’
alto basso largo e stretto
dai carletto che tocca a te
arrivo!
che simpatico carletto quasi quasi lo stritolo

io sono tenero dentro di me
io sono conte puoi contare su di me
buon appetito si va tutti a tavola
topi ranocchi e ragni coi bigne’

non non siamo angeli
ma voliamo su
quando c’e’ la luna piena e il cielo si fa tutto blu
bleah

sono l’uomo lupo sono il mostro frankenstein
io sono il conte conte dracula ullalla’
aaaah quel mostro di carletto dov’e’
alto basso largo e stretto
dai carletto che tocca a te

largo mostriciattoli!

quando e’ mezzanotte l’orologio fa din don
dodici rintocchi per i mostri fa din don
dai carletto sveglia tirati su
lungo corto grasso e stretto
dai carletto che tocca a te
alto basso largo e stretto
dai carletto che tocca a te
che tocca a te