Una rosa blu

418
una rosa blu

Una rosa blu di Michele Zarrillo è un brano del 1982, scritto da Paolo Amerigo Casella ed interpretato dal noto cantautore romano.

Il brano nella sua prima versione quella del 1982, ha partecipato alle selezioni di Sanremo dello stesso anno, ma è stato subito scartato.

Nel 1997 cantato in una nuova versione è diventato poi il successo che tutti noi conosciamo. Non ci resta altro che auguravi un bel tuffo nel passato con il video che vi lasciamo qui sotto.

Michele zarrilloSe volete rivedere e riascoltare altri grandi brani cult della musica italiana e non, non vi resta altro che seguire questo link per arrivare alla sezione apposita.

In basso potete trovare il videoclip del brano ed anche il relativo testo, siamo certi che guardandolo rifarete un tuffo nel passato esattamente come lo abbiamo fatto noi.

Michele Zarrillo Una rosa blu 

Una rosa blu Testo

Una rosa blu sulla pelle tua Mi ricordi londra snob e bionda con un filo di follia Dicono di te pare che ci stai Che ti scaldi presto che poi tutto il resto e non ti leghi mai Ma se fossi mia io ti legherei Con un laccio al cuore che ti faccia male quando te ne vaiIo sulla pelle io te lo scriverei Che mi piaci perché sei come sei Col tatuaggio con quella rosa blu Che è il tuo coraggio e la tua risorsa in piùE ti racconto di me di lei ma chi se ne frega Ma si doveva andare andare così E non mi accorgo nemmeno che vuol dire ti amo Che si è aperta di più la rosa sul tuo seno
Una rosa blu che non va più via Dolce e un po’ perversa come un po’ diversa è la tua fantasia Una rosa blu come non ce n’è Ma una cosa rara sono io stasera che la chiedo a te
Io sulla pelle io me lo scriverei L’amore in macchina no non c’è magia Un tatuaggio perché va dove vai Al mare o dove si può purché scappare viaE mi racconto di te di lei ma chi se ne frega Ma si doveva andare andare così E non mi accorgo nemmeno che ti ho detto ti amo Quando si apre sul seno la tua rosa blu
Se fossi mia ti legherei ma un laccio al cuore non ci sei Al mare o dove c’eri tu mi punge la tua rosa blu Dolce e un po’ perversa è la tua fantasiaMa una rosa blu sulla pelle mia Me ne accorgo adesso, passo dopo passo Che non va più via