Paolo Rossi

579
Paolo rossi

Paolo Rossi (chiamato con il soprannome di Pablito o Pablito Rossi) è stato uno dei più famosi calciatori italiani di sempre con il ruolo di attaccante.

Biografia

Paolo Rossi nasce il 23 settembre del 1958 a Prato, ben presto inizia a mostrare la sua grande passione per il calcio, e già a nove anni gioca nella squadra del Santa Lucia, formazione dove militava anche il fratello.

Il suo innato talento fa si che in giovane età Pablito arriva nel calcio che conta, nel ruolo di ala destra con la Juventus. La vera svolta della sua carriera però con il trasferimento in comproprietà al Lanerossi Vicenza, qui conosce l’allenatore Fabbri che scopre molto in fretta le doti di attaccante di Pablito.

Nella stagione agonistica 1976-77 Paolo Rossi porta il Vicenza alla promozione in Serie A, e nella stagione successiva con la stessa squadra arriva al secondo posto nella massima serie, vincendo anche il titolo di capocannoniere con bel 24 gol.

Il nome di Pablito risalta agli onori della cronaca calcistica, e viene cosi convocato dal commissario tecnico Bearzot, a prendere parte ai mondiali argentini del 1978. In questa competizione Paolo Rossi conferma di essere un numero uno del calcio mondiale.

Nel frattempo le due società ovvero la Juventus ed il Lanerossi Vicenza non trovando un accordo sulla proprietà del calciatore, ricorrono al sistema delle buste. In questa occasione l’offerta migliore e del Vicenza che si aggiudica le prestazioni di Pablito Rossi.

Nella stagione agonistica 1979-1980 purtroppo il Vicenza retrocede in Serie B, e Paolo Rossi va in prestito al Perugia , propio in questa squadra la sua carriera si interrompe bruscamente.

Il Paolo Rossi calciatore che tutti conoscono, viene indagato e condannato per un caso di calcio-scommesse, il calciatore viene condannato a tre anni di squalifica, ridotti poi a due dopo il ricorso.

paolo rossi pallone d'oro

Ed arriviamo al 1982, anno della sua rinascita. Nonostante la sua squalifica il commissario tecnico Bearzot lo convoca per il mondiale di Spagna del 1982, e ai tempi questa convocazione ha fatto parecchio discutere.

In questo mondiale nelle prime partite Rossi sembra spento, segnato da una brutta vicenda giudiziaria che tutti ricordano. L’Italia però va avanti nella competizione e nelle fasi finali si rivede il Rossi che tutti conoscono.

Ai quarti di finale contro il Brasile segna 3 reti, nella semifinale contro la Polonia segna 2 reti, e nella storica finale contro la Germania mette a segno un gol storico, che gli consente di vincere il titolo di capocannoniere ma anche il Pallone D’Oro.

Tornato in Serie A alla Juventus, Pablito Rossi vince tantissimo, ma a causa di tanti infortuni la sua carriera si interrompe a soli 31 anni.

La sua vita dopo l’addio al calcio

Dopo aver lasciato i campi di calcio, Paolo Rossi apre un attività nel settore edile con il compagno di squadra Giancarlo Salvi, e di rado fa qualche comparata in tv come commentatore Maria Vittoria Rossi e Sofia Elena Rossi.

Ma Rossi era già stato spostato con Simonetta Rizato dal quale aveva avuto un figlio nato nel 1982, Alessandro Rossi.

Purtroppo nel 2020 a causa di un tumore ai polmoni, all’età di 64 anni Paolo Rossi si spegne, lasciando il mondo intero incredulo e senza parole.

paolo rossi commentatore

Curiosità

Paolo Rossi è stato il primo giocatore in assoluto a vincere nello stesso anno il titolo di capocannoniere in un mondiale, il Pallone D’Oro, e lo stesso mondiale.

Ad oggi è al 42°posto tra i migliori giocatori di sempre secondo la rivista Wolrd Soccer.

acquista-amazon

Se volete vedere altri sportivi che hanno segnato la storia cliccate su questo link e verrete riportati alla sezione apposita. Qui sotto troverete il video dei gol realizzati al mondiale del 1982.

Video