Notte prima degli esami

194
notte prima degli esami

Notte prima degli esami è un brano del cantautore Antonello Venditti uscito nel 1984 e divenuto in breve tempo un inno per tantissime generazioni di ragazzi.

Il brano

La canzone è stata scritta da Venditti dopo essersi separato da Simona Izzo, ed il testo parla delle avventure di un gruppo di ragazzi in una classica notte estiva.

Nel corso del tempo questo brano è diventato l’inno dei maturandi, di tutti coloro che devono affrontare l’esame di maturità.

Antonello Venditti notte prima degli esami

Curiosità

Il brano è stato utilizzato come colonna sonora del film omonimo uscito nel 2006.

Se volete rivedere e riascoltare altri grandi brani cult della musica italiana e non, non vi resta altro che seguire questo link per arrivare alla sezione apposita.

In basso potete trovare il videoclip del brano ed anche il relativo testo, siamo certi che guardandolo rifarete un tuffo nel passato esattamente come lo abbiamo fatto noi.

Antonello Venditti notte prima degli esami

Notte prima degli esami Testo

Io mi ricordo quattro ragazzi con la chitarraE un pianoforte sulla spallaCome i pini di Roma la vita non li spezzaQuesta notte è ancora nostra
Ma come fanno le segretarie con gli occhiali a farsi sposare dagli avvocati?Le bombe delle sei non fanno maleÈ solo il giorno che muoreÈ solo il giorno che muore
Gli esami sono vicini e tu sei troppo lontana dalla mia stanzaTuo padre sembra Dante e tuo fratello AriostoStasera al solito posto, la luna sembra stranaSarà che non ti vedoDa una settimana
Maturità, t’avessi preso prima, le mie mani sul tuo senoÈ fitto il tuo misteroE il tuo peccato è originale come i tuoi calzoni americaniNon fermare, prego, le mie maniSulle tue cosce tese, chiuse come le chieseQuando ti vuoi confessare
Notte prima degli esami, notte di poliziaCerto qualcuno te lo sei portato viaNotte di mamme e di papà col biberon in manoNotte di nonne alla finestra, ma questa notte è ancora nostra
Notte di giovani attori, di pizze fredde e di calzoniNotte di sogni, di coppe e di campioniNotte di lacrime e preghiereLa matematica non sarà mai il mio mestiere
E gli aerei volano alto tra New York e MoscaMa questa notte è ancora nostraClaudia, non tremare, non ti posso far maleSe l’amore è amore
Si accendono le luci qui sul palcoMa quanti amici ho intorno che viene voglia di cantareForse cambiati, certo un po’ diversiMa con la voglia ancora di cambiare
Se l’amore è amore, se l’amore è amore, se l’amore è amoreSe l’amore è amore, se l’amore è amore