Lamette

91
lamette

Lamette è un brano di genere pop rock del 1982 portato al successo dalla cantante Donatella Rettore, che negli anni 80 ha spopolato con i suoi brani.

Il brano

La canzone tratta in maniera molto ironica il tema del suicidio, tematica che poi ritroviamo in tutto l’album della Rettore chiamato Kamikaze Rock ‘n’ Roll Suicide pubblicato sempre nel 1982, sotto etichetta Ariston.

Lamette ancora oggi è uno dei più grandi successi della cantante insieme a Kobra e Splendido Splendente.

Donatella rettore lametteSe volete rivedere e riascoltare altri grandi brani cult della musica italiana e non, non vi resta altro che seguire questo link per arrivare alla sezione apposita.

In basso potete trovare il videoclip del brano ed anche il relativo testo, siamo certi che guardandolo rifarete un tuffo nel passato esattamente come lo abbiamo fatto noi.

Videoclip

Testo

Dammi una lametta che mi taglio le vene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)Diventa bieca questa notte da falene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)
Promette bene, sì, promette tanto beneMa (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma dammi una lametta che mi taglio le vene
Dammi una lametta che ti taglio le vene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)Ti faccio meno male del trapianto del rene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)
Ti voglio bene, sì, ti voglio tanto beneMa (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma dammi una lametta che mi schioppo le vene
Parlo già da solaE disegno nell’ariaCerto, ho un po’ peccato, ma che goduriaMi gioco tutto con candore e furia
E allora stopSenti come affetta questa lamettaDa destra verso il centro, zapDall’alto verso il basso, zip
Che gusto, che innestoGimme, gimme, gimmeGimme, gimme, gimmeGimme, gimme, gimmeGimme
E allora stopSenti come taglia questa canagliaMa che poltiglia
Gimme, gimme, gimmeGimme, gimme, gimmeGimme, gimme, gimmeGimme, gimme, gimme
E allora stopVivere in frettaPrendere al voloTutto convieneDammi, dammi, dammi, dammi
Dammi una lametta che mi taglio le vene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)Mi faccio meno male del trapianto del rene(Plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop, plop)
Mi voglio bene, sì, mi voglio tanto beneMa (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme, gimme, gimme)Ma (gimme), ma (gimme)
Dammi una lametta che(Dammi una lametta che)Dammi una lametta che mi sgaro le vene