Il grido del silenzio

106
il-grido-del-silenzio

Il grido del silenzio è un brano presentato al Festival di Sanremo 1996 dal cantante Alessandro Errico.

Proprio con questo brano l’artista conquista il primo posto a Sanremo Top, ed il brano diventa ben presto uno di quelli più ascoltati di quell’anno.

il grido del silenzioSe volete rivedere e riascoltare altri grandi brani cult della musica italiana e non, non vi resta altro che seguire questo link per arrivare alla sezione apposita.

In basso potete trovare il videoclip del brano ed anche il relativo testo, siamo certi che guardandolo rifarete un tuffo nel passato esattamente come lo abbiamo fatto noi.

Video

Testo

Ma come faccio a respirare io
In questo angolo dell’universo
Se ovunque mi trascino vedo luce
Fino a sentirmi trapassare il cuore
Dovrò fuggire per fermare il sale
Che adesso scorre a grumi nelle vene
Perché i tuoi occhi a me mi fanno male
Come un disperato senza voce
Io non so più
Neanche se respirare
Non so più
Neanche se respirare
Lei ha negli occhi il cielo
Un paradiso amaro
Frammenti d’infinito
Che si perdono dentro me
Innamorato io non sono stato mai
Ma quante lacrime verserò?
E quante notti in bianco
Davanti a un cielo stanco
Il grido del silenzio
Che annaffia fogli di malinconia
Per diventare cielo e diventare luna ed
Inventarmi accanto a te
Io ti sento in ogni battito
Ti sento fino ad annullare me
Un’esplosione dove i sogni gridano
Il mio destino senza te
In questo angolo dell’universo
Io non saprei nemmeno darti un senso
Se quando poi ti incontro io mi nasconderei
Nel sogno si annida la mia libertà
E lì sarai sempre mia fino all’eternità
E quante notti in bianco
Davanti a un cielo stanco
Il grido del silenzio
Che annaffia fogli di malinconia
Per diventare mare e diventare amore ed
Inventarmi accanto a te
Sono polvere che danza in un raggio di luce
Una foglia che vibra su un ramo
Io non ho geometrie e vorrei volare via
Sì vorrei volare via con te
L’amore annulla il tempo
Solo un secondo è già un’eternità
Mentre respiro vivi dentro me
Io ti do vita con le lacrime
Ma dove sei?
Dove sei