Brutta

314
brutta

BruttaTi guardi e ti vedi brutta, Ti perdi nella maglietta ,E non vuoi uscire più…..questo è il ritornello della canzone Brutta di Alessandro Canino, brano che ancora oggi tutti conosciamo a memoria.

Il brano è stato presentato al Festival di Sanremo del 1992, dove si è classificata sesta nella sezione Novità. Pochissimo tempo dopo diventa un vero e proprio tormentone, tanto da venire anche tradotta in spagnolo con il titolo di Fea.

Se volete rivedere e riascoltare altri grandi brani cult della musica italiana e non, non vi resta altro che seguire questo link per arrivare alla sezione apposita.

In basso potete trovare il videoclip del brano ed anche il relativo testo, siamo certi che guardandolo rifarete un tuffo nel passato esattamente come lo abbiamo fatto noi.

Videoclip

Alessandro Canino Brutta

Eri una bambinaLa più stretta della scuolaEri un’acciughinaOggi hai quindici anniE piangi sola chiusa in bagnoPer la festa del tuo compleanno
Tutti i tuoi amiciGuardano in salottoLe altre fatte come attriciTu come un fagotto nello specchioNon la smettiPiangi e vedi solo i tuoi difetti
BruttaTi guardi e ti vedi bruttaTi perdi nella magliettaE non vuoi uscire più
Cresceranno i seniChi ti prende in giroSono dei ragazzi scemiMa quelle risatine dietroSembrano pugnaliPiangi e ti si appannano gli occhialiE il rimmel si strucca
BruttaTi guardi e ti vedi bruttaTi senti sola e sconfittaE non vuoi mangiare più
Che allegria di là in salottoE nessuno si domanda dove seiVanno via, ma io ti aspettoCon in mano questi fioriPer poterti dire: “Tanti auguri, brutta”
Ora nel diarioDi nascosto leggoIl tuo dolore solitarioQuesto non è giustoNon lo sai che siamo amiciPiangi e non ti accorgi che mi piaci (Brutta)E mi piaci tutta
BruttaLo vedi che non sei bruttaCrescere è sempre una lottaMa conta su di me (Brutta)Perché per me non sei bruttaLa vita fuori ti aspettaTi aspetta insieme a me