16 settembre: Muore Maria Callas

1720
Maria Callas

Il 16 settembre del 1977 muore a Parigi il famoso soprano Maria Callas, una donna che con la sua voce ha messo un punto fermo nel mondo della musica. Ma scopriamo insieme qualcosa in più di questa grandissima artista.

Biografia

Maria Callas è stata una delle più grandi soprano del XX secolo, famosa per la sua straordinaria voce e il suo talento drammatico. Nata il 2 dicembre 1923 a New York City, da genitori greci, Callas mostrò fin da giovane un interesse per la musica e il canto. La sua famiglia si trasferì in Grecia quando lei aveva appena tre anni, e fu lì che iniziò la sua formazione musicale.

Fin da bambina, Maria Callas mostrò un talento straordinario per il canto. Studiò con vari insegnanti, tra cui Elvira de Hidalgo, che diventò la sua mentore e la sua guida. La giovane Callas affinò la sua tecnica vocale e sviluppò la sua voce unica, caratterizzata da una grande estensione e da una capacità di esprimere emozioni intense.

La carriera di Maria Callas decollò negli anni ’50, quando iniziò a esibirsi in importanti teatri d’opera in tutto il mondo. Fu ammirata per la sua interpretazione drammatica e la sua voce potente e agile. Callas divenne nota per le sue interpretazioni di ruoli come Tosca, Norma, Violetta e Medea, dando vita a personaggi tragici con una profondità emotiva sorprendente.

callas onassisNel 1959, Maria Callas incontrò Aristotele Onassis, uno dei più ricchi e potenti uomini d’affari al mondo. Iniziarono una relazione e Callas si separò dal suo primo marito, il compositore Giovanni Battista Meneghini. La relazione tra Maria Callas e Onassis divenne una delle storie d’amore più famose dell’epoca, ma alla fine si rivelò un’esperienza dolorosa per la cantante. Onassis decise di sposare Jacqueline Kennedy, vedova del presidente americano John F. Kennedy, nel 1968.

Dopo la fine della relazione con Onassis, la carriera di Maria Callas subì un declino. La sua voce cominciò a perdere parte del suo antico splendore, e la cantante dovette affrontare anche problemi personali e finanziari. Nonostante ciò, continuò a esibirsi in teatri d’opera di tutto il mondo, cercando di superare le difficoltà e di preservare la sua reputazione di grande artista.

Il declino vocale di Callas fu oggetto di numerose speculazioni e discussioni. Alcuni attribuirono la sua perdita di voce a problemi tecnici o a uno sforzo eccessivo durante le sue interpretazioni intense. Altri sostennero che fosse dovuto a una mancanza di cura vocale e a una cattiva gestione della sua salute.

Acquista su Amazon100 anni di Maria Callas: Nei ricordi di chi l’ha conosciuta

maria callasLa prematura scomparsa

Maria Callas morì il 16 settembre 1977 a Parigi, all’età di 53 anni. La sua morte fu un evento triste per il mondo dell’opera, che aveva perso una delle sue figure più iconiche. Nonostante i suoi alti e bassi personali e professionali, la Callas rimane una leggenda del canto, ricordata per la sua voce straordinaria e il suo talento drammatico senza pari.

Dopo la sua morte, il suo legato artistico continuò a vivere attraverso le sue registrazioni e le sue interpretazioni iconiche. La sua influenza sulla musica lirica e sul mondo dell’opera è stata profonda e duratura.

Le registrazioni di Callas sono diventate delle pietre miliari nella storia dell’opera, e molti critici le considerano ancora oggi come riferimenti imprescindibili. La sua voce potente e penetrante, unita alla sua abilità di modulare le emozioni attraverso il canto, le conferivano un’aura unica che raramente è stata eguagliata. Le sue esecuzioni di opere come “La Traviata” di Verdi, “Tosca” di Puccini e “Norma” di Bellini sono ancora considerate tra le migliori di tutti i tempi.

L’ascesa e la caduta di Maria Callas hanno alimentato numerosi dibattiti e controversie nel corso degli anni. Alcuni critici e musicologi sostengono che il suo stile di canto intenso e drammatico, sebbene affascinante, abbia portato al rapido deterioramento della sua voce. Altri, invece, vedono la sua abilità di trasmettere emozioni intense come una caratteristica distintiva e necessaria per le grandi interpretazioni d’opera.

Acquista su AmazonLa divina: Maria Callas, la voce della passione

maria callasLa vita personale

Oltre alla sua carriera musicale, la vita personale di Callas è stata oggetto di grande interesse. Il suo rapporto con Aristotele Onassis, che ha catturato l’attenzione del pubblico di tutto il mondo, è stato fonte di gioia e dolore per la cantante. La fine della loro relazione ha lasciato Callas emotivamente devastata e ha segnato un periodo difficile per la sua carriera.

Nonostante le difficoltà personali e le critiche che ha affrontato, Maria Callas rimane una delle figure più influenti e celebrate della storia dell’opera. La sua voce unica, la sua tecnica impeccabile e la sua capacità di dare vita ai personaggi che interpretava hanno lasciato un’impronta indelebile nel mondo della musica. Il suo contributo all’arte lirica è stato riconosciuto e celebrato con numerosi premi e onorificenze.

Oltre alla sua eredità musicale, Maria Callas è stata anche una figura di ispirazione per molti artisti successivi nel campo dell’opera. La sua dedizione al suo mestiere, la sua passione e il suo spirito innovativo hanno aperto nuove strade per i cantanti d’opera e hanno reso la sua figura un’icona di determinazione e talento.

Curiosità

  1. Chi era l’amante di Maria Callas?

    Da sempre si dice che l’amante della Callas sia stato Aristoteles Onassis, anche se la loro storia era conclamata.

  2. Chi ha interpretato Maria Callas nel film?

    La nota soprano è stata interpretata da Monica Bellucci.

Per vedere altri importanti avvenimenti del passato cliccate qui e verrete riportati alla sezione apposita. Qui in basso potete vedere un video di questa splendida donna mai dimenticata.

Video